Ricerca

Scuola Futura


Scuola Futura è la piattaforma per la formazione del personale scolastico (docenti, personale ATA, DSGA, DS), nell’ambito delle azioni del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), Missione Istruzione. Contenuti e moduli di formazione sono articolati in 3 aree tematiche (Transizione digitale, STEM e multilinguismo, Divari territoriali), che riprendono 3 delle linee di investimento per le competenze definite dal PNRR: Didattica digitale integrata e formazione del personale scolastico alla transizione digitale, Nuove e competenze e nuovi linguaggi, Intervento straordinario di riduzione dei divari territoriali e lotta alla dispersione scolastica.

L’Istituto Morante-Ginori Conti, con i fondi PNRR, sta svolgendo i progetti descritti in questa pagina. Tutti gli avvisi di selezione sono pubblicati nella sezione Amministrazione Trasparente.

DI+xTE

Linea di investimento M4 C1 1.4 Riduzione dei divari territoriali | Azioni di prevenzione e contrasto alla dispersione scolastica
DI+xTE sintetizza finalità e attività del progetto: offrire “di più”, in un tempo scuola prolungato, a ciascuno secondo i propri bisogni (“per te”). Attraverso percorsi incentrati sulla persona – cuciti a misura delle conoscenze, abilità e competenze di ogni alunna e alunno – si intende prevenire la dispersione esplicita(abbandono, ritardo, ripetenza) e contrastare quella implicita (mancata inclusione e/o apprendimento in itinere) lavorando in particolare sul potenziamento delle competenze lessicali (dire) logico-matematico (x+), sociali e civiche (dire per partecipare). Le azioni saranno svolte anche con il coinvolgimento di altre scuole in rete al fine di favorire l’orientamento e per realizzare in continuità iniziative di prevenzione del rischio di dispersione ed abbandono.
“DITE!”, imperativo del verbo dire, costituisce la ferma volontà di dare la parola per esprimere il fare, il pensare e l’essere, per acquisire consapevolezza e migliorare, per definire il progetto di apprendimento e di vita; è l’imperativo categorico, il fil rouge che collega i diversi percorsi in cui si articola il progetto:
percorsi di mentoring individuale, volti alla scoperta delle proprie competenze e alla costruzione della motivazione personale;
percorsi formativi e laboratoriali co-curricolari per piccoli gruppi, incentrati sul fare e sulla competenza lessicale, volti alla restituzione delle parole a chi tace o a chi ha voce solo per dire no;
percorsi di potenziamento per gruppi ristretti, volti all’accompagnamento di chi ha sviluppato sinora solo bassi livelli di competenza in particolare nell’ambito logico-matematico e in ambito socio-relazionale e civico;
percorsi di orientamento per le famiglie.
I percorsi saranno attivati dopo che il Team, analizzata la mappatura dei rischi, le evidenze riportate nel RAV e la progettualità contenuta nel PTOF, avranno individuato i destinatari tra le studentesse e gli studenti a rischio di dispersione esplicita e implicita.
Codice progetto: M4C1|2.1-2022-981-P-12474

Animatore digitale: formazione del personale interno

Linea di investimento M4 C1 2.1 | Didattica digitale integrata e formazione alla transizione digitale per il personale scolastico
Il progetto prevede lo svolgimento di attività di animazione digitale all’interno della scuola, consistenti in attività di formazione di personale scolastico, realizzate con modalità innovative e sperimentazioni sul campo, mirate e personalizzate, sulla base dell’individuazione di soluzioni metodologiche e tecnologiche innovative da sperimentare nelle classi per il potenziamento delle competenze digitali degli studenti, anche attraverso l’utilizzo della piattaforma “Scuola futura”. Le iniziative formative si svolgeranno sia nell’anno scolastico 2022-2023 che nell’anno scolastico 2023-2024 e si concluderanno entro il 31 agosto 2024. E’ previsto un unico intervento che porterà alla formazione di almeno venti unità di personale scolastico tra dirigenti, docenti e personale ATA, insistendo anche su più attività che, dove opportuno, potranno essere trasversali alle figure professionali coinvolte.
Codice progetto: M4C1|2.1-2022-941-P-5871

Di-Gi-Morante – Classi in Movimento

Linea di investimento M4 C1 3.2| Piano Scuola 4.0 – Azione 1 – Next generation class – Ambienti di apprendimento innovativi
La proposta progettuale prevede la realizzazione di ambienti di apprendimento innovativi, secondo una soluzione ibrida, che possa fondere le potenzialità educative e didattiche degli spazi fisici e degli ambienti digitali. L’introduzione delle risorse digitali in classe e di laboratori informatici multidisciplinari favoriscono il successo formativo e una didattica diversificata, nella quale gli studenti sono chiamati, di volta in volta, a lavorare alla soluzione di problemi, a produrre materiali digitali, a simulare fenomeni peculiari di ogni disciplina. Inoltre aiutano a compensare le disabilità, favoriscono l’inclusione, l’apprendimento collaborativo, l’esplorazione, la ricerca e lo scambio agevole delle informazioni, nonché una delle competenze chiave indicate dall’Unione Europea, il Learning to Learn (imparare ad apprendere). La progettazione di ambienti didattici innovativi resi davvero disponibili e fruibili per la totalità degli studenti e del corpo docente contribuirà ad accelerare il processo di apprendimento, l’erogazione di lezioni efficaci, a contrastare la dispersione e a favorire l’inclusione. La progettazione di questi laboratori multidisciplinari e polifunzionali si integrano armoniosamente col modello DADA (Didattiche per Ambienti di Apprendimento) adottato, ormai, da parecchi anni dal nostro istituto e permettono concretamente la realizzazione di compiti di realtà multidisciplinari. Per offrire a studenti ed insegnanti il meglio degli strumenti didattici open source oggi disponibili per la didattica e per le scuole di ogni ordine e grado, per compensare le difficoltà e favorire l’inclusione, abbiamo deciso di installare sui nuovi dispositivi anche la distribuzione “So.Di.Linux”, un progetto realizzato in collaborazione fra L’ITD del CNR, l’AICA e il CST (Centro Territoriale di Supporto per le N.T. per l’Handicap) di Verona. Il team di ricerca, tenendo conto dei suggerimenti e dei bisogni emergenti provenienti dall’utenza, ha selezionato e messo a disposizione una serie di applicazioni didattiche libere e multipiattaforma, che hanno alle spalle progetti solidi e persone che forniscono supporto, suddivise per obiettivo/funzione ovvero applicativi per: compensare le difficoltà (riconoscimento dei caratteri e lettore vocale), per comunicare con i simboli (Comunicazione Aumentativa e Alternativa), per creare audio e video lezioni, mappe, diagrammi di flusso e timeline, per fare didattica con la rete, per gestire e manipolare testi, per gestire video e presentazioni, per giocare, per imparare, per lavorare con la LIM e per sviluppare il pensiero computazionale. Inoltre sono messi a disposizione dell’utente (docente, studente, genitore, educatore) una documentazione dettagliata per conoscere le peculiarità dei programmi di interesse ed una selezione di strumenti ed applicazioni multipiattaforma utili ad una didattica inclusiva.
Codice progetto: M4C1|3.2-2022-961-P-13433

Tutela ambientale, politiche della salute e legalità – Verso un futuro sostenibile 4.0

Linea di investimento M4 C1 3.2| Piano Scuola 4.0 – Azione 2 – Next generation labs – Laboratori per le professioni digitali del futuro
L’Istituto intende creare un laboratorio polifunzionale diffuso di scienze integrate che guardi alle professioni del futuro con attenzione alle politiche della sostenibilità in campo sanitario e ambientale ed un laboratorio di fisica. I laboratori saranno allestiti nella sede dell’Istituto Tecnico Ginori Conti dove sono presenti gli indirizzi di biotecnologie sanitarie e ambientali. Nella sede è già stata realizzata con i fondi del Piano Nazionale Scuola Digitale un’aula della realtà virtuale. Il laboratorio polifunzionale sarà ottenuto con l’implementazione di attrezzature per analisi microbiologiche, biochimiche, chimico-cliniche, anatomico-fisiologiche, informatiche per la gestione dei dati. Questo permetterà di ottenere risultati più affidabili e sicuri, di condurre analisi su più matrici sia di tipo biologico che ambientale, di lavorare con modalità e strumenti più affini a quelli effettivamente utilizzati nell’ambiente lavorativo del futuro. Si intende poi realizzare un nuovo laboratorio di fisica con strumentazione tecnologicamente avanzata, dando ulteriori possibilità di apprendimento nella dimensione 4.0 nell’ottica di una didattica integrata e innovativa delle discipline STEM. L’allestimento del nuovo laboratorio di fisica si rende necessario per implementare le attività di monitoraggio e analisi in un ambiente digitalizzato, che consenta agli studenti di saper utilizzare strumenti digitali ed analogici in modo consapevole, e che permetta di integrare le conoscenze tratte dalle singole discipline sulle stesse matrici di indagine. Al fine di sfruttare al meglio le risorse tecnologiche presenti nella scuola, e utilizzare varie modalità didattiche per una maggiore efficacia dell’insegnamento, le attività saranno svolte anche con l’ausilio delle attrezzature presenti nell’aula virtuale. I corsi biotecnologici sono frequentati anche da una percentuale significativa di popolazione femminile cui sono già stati destinati degli interventi di promozione delle competenze scientifiche anche attraverso il progetto GIRLS CODE IT BETTER. Con la realizzazione dei nuovi laboratori tali competenze potranno essere ulteriormente rafforzate in funzione dell’esercizio di nuove professionalità con l’esercizio di competenze digitali di alto livello in campo ambientale e sanitario come il biotecnologo forense o l’esperto di monitoraggio ambientale.
Codice progetto: M4C1|3.2-2022-962-P-13428